RAGGIUNTO IL TRAGUARDO DI UN MILIONE DI ORE LAVORATE IN TOTALE SICUREZZA ALLA DIGA DI WOLF CREEK.

17 ago 2012

Le squadre di lavoro impegnate nel progetto di risanamento delle fondazioni presso la Diga di Wolf Creek, in Kentucky, hanno raggiunto oggi una pietra miliare nella sicurezza del cantiere quando, impegnati a installare una barriera in muratura di cemento all’interno del terrapieno della diga, hanno raggiunto il record dei 550 giorni e di un milione di ore lavorate senza incidenti sul lavoro.

Durante questo periodo, il Genio Militare delle Forze Armate degli Stati Uniti, Distretto di Nashville e il contractor Treviicos- Soletanche J.V. hanno lavorato alacremente al fine di evitare incidenti che avrebbero potuto causare ritardi nei lavori.

Hanno operato congiuntamente, riunendosi spesso per discutere in materia di sicurezza sul lavoro, rivisto ogni procedura e sempre mantenuto una presenza costante di ispettori di sicurezza a sorvegliare la piattaforma di lavoro.

“Enfatizzare la sicurezza sul lavoro e concentrare tutta l’attenzione sui dettagli del programma di sicurezza sono stati i motori di questo traguardo, che è davvero ragguardevole se consideriamo l’elevato numero delle parti da movimentare, fra veicoli, attrezzature e persone che si muovono continuamente all’interno del cantiere, giorno e notte”, afferma il colonnello James A. DeLapp del Distretto di Nashville.

L’installazione della barriera, volta a bloccare le infiltrazioni nel terreno di tipo carsico all’interno delle fondazioni della diga, è ormai conclusa all’80% e il completamento è previsto per il mese di Dicembre 2013.

John Schnebelen, Direttore addetto alla Sicurezza del Distretto di Nashville presso la Diga di Wolf Creek, afferma che le politiche di sicurezza erano state messe in atto nella fase iniziale e questo ha permesso al progetto di proseguire fino al raggiungimento del milione di ore lavorate senza registrare tempi morti dovuti a incidenti.

Una volta identificate le necessità in materia di sicurezza, il Genio Militare e il contractor hanno rivisto e condiviso il piano di prevenzione incidenti, creando così una cultura della sicurezza che ha permesso sia alla sicurezza stessa che alla produttività di crescere contemporaneamente. "Sicurezza e produttività vanno di pari passo", afferma Schnebelen. "Non si può avere successo in una e non nell'altra."

Si percepisce un vero senso di orgoglio da parte del contractor, che si è sempre concentrato sulla salute e il benessere dei propri dipendenti. Fabio Santillan, project manager per Treviicos-Soletanche JV, afferma che i suoi uomini hanno lavorato 24 ore al giorno, accumulando più di 11.000 ore lavorate ogni settimana. "Tredici perforatrici e numerose attrezzature ausiliarie lavorano in una zona molto congestionata, giorno e notte, senza interruzioni", afferma Santillan. "Ogni giorno eseguiamo in media oltre 385 sollevamenti con gru e ben 110.000 all'anno. Ogni singola operazione è critica e impone al nostro personale una comprensione profonda dei rischi e di eseguire le procedure in modo metodico e sicuro".

Secondo Santillan sicurezza e qualità sono parti integranti e fondamentali della produzione, ed è per questo che è stato così importante potere lavorare in sicurezza per tutti coloro impegnati nel lavoro. "Sono molto orgoglioso di far parte di questo gruppo di persone che sono, in ultima analisi, i veri e propri fautori del raggiungimento di questo risultato eccezionale", afferma Santillan.

Allen Stansbury, Primo Luogotenente del Distretto di Nashville afferma che il costante affinamento del processo lavorativo, affinché movimentazione delle attrezzature e sequenza di perforazione si attenessero al programma, è stato molto importante in materia di sicurezza, non solo nelle aree di lavoro, ma anche all’interno dell’officina di manutenzione, nelle zone di assemblaggio, nell’area dissabbiamento e delle vasche fango.

Per incoraggiare il coinvolgimento dei lavoratori anche nei livelli inferiori, il contractor ha effettuato riunioni giornaliere e settimanali in materia di sicurezza. Schnebelen ha lavorato costantemente con Treviicos-Soletanche J.V. per individuare le debolezze nella sicurezza e per apportare miglioramenti al programma medesimo, afferma Stansbury.

Il progetto ha raggiunto il traguardo di 500.000 ore nel novembre 2011 e 750.000 nel mese di febbraio 2012.

A cura di Lee Roberts
Affari Pubblici, Distretto di Nashville

Cookies help us to provide our services. Using these services, you agree to the use of cookies on our part.. Info
}